Acqua delle Langhe

Acqua delle Langhe nasce dal forte legame con il luogo in cui ogni fragranza è stata pensata e creata, in omaggio a questa terra straordinaria nota per i nobili vini, il tartufo bianco, le nocciole tonde, i borghi medioevali e le colline costellate di vigneti. È un sogno che si realizza in questo meraviglioso territorio, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO.
Acqua delle Langhe
Pagina
Imposta la direzione crescente
La filosofia di Acqua delle Langhe è racchiusa in poche righe: utilizzo di materie pregiate, lavorate con metodi artigianali che richiedono tempi lenti, cure pazienti ed una attenzione assoluta e continua. I profumi e l’immagine prodotto vengono studiati a La Morra, borgo nel cuore delle Langhe, mentre tutte le fasi di lavorazione hanno luogo nel piccolo laboratorio alle porte di Milano, dove mani abili ed esperte si adoperano per realizzare ogni fragranza in un perfetto equilibrio tra evanescenza e persistenza. I profumi Acqua delle Langhe sono creazioni uniche ed esclusive che suscitano emozioni e rievocano ricordi. Nulla è lasciato al caso se non il fluire delle suggestioni che ogni essenza può risvegliare in modo del tutto improvviso e diverso in ognuno di noi. Il fondatore si racconta: “Alla soglia dei 50, in un momento particolare della mia vita, mentre passeggiavo tra i filari delle vigne, nei luoghi della mia infanzia, assorto nei pensieri e negli odori che respiravo, ho avvertito forte il desiderio di dar forma al sogno tenuto troppo a lungo in un cassetto, creare i miei profumi. Fin da bambino sono stato incuriosito dagli odori, ancora conservo gelosamente la prima bottiglietta di profumo comprato con i miei risparmi all’età di appena dieci anni. I profumi sono potenti segnali olfattivi che risvegliano memorie ed emozioni. In me vi è sempre stata una predisposizione a riconoscerli, a fare attenzioni ad essi, allenando e affinando il mio naso. Ogni creazione nasce da una intuizione, da una attitudine. Con la stessa dedizione ed impegno per il lavoro che mi sono stati trasmessi, nella terra in cui sono cresciuto e in cui ho messo radici, ho realizzato i miei manufatti.”